mercoledì 3 ottobre 2007

Another Wii on the wall


La mancanza per ben tre mesi del mio Wii ha reso necessario che mi rimettessi in pari non solo con il software, ma anche con qualcuno degli utilissimi optional che terze parti hanno prodotto per il Wii. Per 24 € è possibile portarsi a casa una sorta di Dock con batterie ricaricabili. Inserendo le batterie all'interno dei Wiimote e utilizzando i coperchi del vano batterie acclusi nella confezione è possibile ricaricare il Wiimote semplicemente inserendolo nel Dock. L'alimentazione dello stesso avviene tramite una delle due porte USB del Wii. Con un tempo di ricarica di 3 - 7 ore è possibile giocare ininterrottamente per ben 30 ore. Considerando che 24 € sono il costo medio di 3,4 pacchi di batterie AA da 4 il guadagno è oltremodo evidente. Veniamo a Resident Evil 4. E' assurdo pensare che un gioco che è stato l'apice per il game cube per quanto riguarda la realizzazione tecnica e giocabilità (ovviamente IMHO) diventi anche un punto di riferimento tecnico per la console successiva. E' una considerazione triste, ma molto vera.... progetto travagliato quello di Resident Evil 4, presentato come una svolta "sovrannaturale" di Resident Evil 4, è stato riprogrammato da capo per ben 4 volte, fino ad ottenere la forma che tutti sappiamo. Qui ci viene in aiuto Youtube, con il filmato della presentazione di Re4, che come Shinji Mikami ha successivamente svelato, non erano altro che un sacco di idee e scene messe a caso.



Dopo circa quattro anni di lavorazione, venne presentato il primo trailer tratto dalla versione definitiva di Resident Evil 4.



Quando uscì la versione Ps2 (un aneddoto esilarante dice che Shinji Mikami chiese "perdono" per la versione Sony) mi sono detto: "Perché comprarla? tanto rifaranno una versione Gamecube con tutti gli extra.". Non è uscito su Gamecube, ma comunque alla fine è uscito un'altra volta per una console Nintendo. Incredibilmente il sistema di comando si comporta estremamente bene. Eliminato il puntatore laser delle armi, è stato sostituito con un mirino comandabile tramite il Wiimote. Tale mirino diventa rosso quando si trova qualcosa di "colpibile". Questo permette di poter gestire molto meglio un'orda di contadini incazzati neri che ti caricano con forconi, accette e candelotti di dinamite accesi. Il gioco è quello, ha gli extra della versione Ps2 con la realizzazione tecnica della versione Gamecube (che IMHO rimane impressionante anche oggi), con un sistema di controllo che ben si adatta (ovviamente mantenendo tutti gli arcaicismi del caso, come il non poter sparare in movimento) al Wiimote + Nunchuck ed al prezzo più basso rispetto alla media dei giochi (sia per Wii che per le altre console), cioè 39,99 €. Per terminare, chiudo con il video di Resident Evil 1.5, il Resident Evil 2 che poteva essere, ma non è stato.



Povera Elza Walker, chissà se sarai mai ripresa dalla Capcom.

Nessun commento: